18/11/09

Million Dollar Baby

Eccolo qua, ciò di cui parlavo nel post qui sotto. Non è poi stato così difficile ritrovarlo. Anche se....lo ammetto, sono andato sul sicuro.
Se si ha voglia di fare i conti con il grande schermo, di concedersi completamente ad esso......beh, allora è il caso di chiedere aiuto a Clint Eastwood. Fatto ciò, non bisogna fare altro che osservare con attenzione ogni immagine che si stampa di fronte ai nostri occhi, e di ascoltare ogni singola parola che entra senza troppi indugi nelle nostre orecchie.
"Million Dollar Baby" ti apre il cuore, senza chiederti il permesso. Puoi sbarrare l'entrata ad esso in ogni modo, ma stai certo che ne uscirai sconfitto. La pellicola vincerà ogni round, e tu cadrai a terra ad ogni colpo. Inesorabilmente.
Il cast farà il resto. E Le restanti emozioni, di gran lunga più numerose dei k.o. messi a segno dalla bella Maggie, te le regaleranno loro.

1 commento:

Gegio ha detto...

Il mio amore per Clint aumenta sempre più, dalla curiosità per Debito di sangue all'ironia incompresa di Gran Torino. E non si vuole fermare!!!!

OT (ma neanche tanto):
Caro blogger,
questo film era candidato agli Oscar del 2005, e lo è ancora per il Torneo degli Oscar. Si votano alcune categorie, e si sono aggiunte quelle di miglior escluso dall'Academy e di miglior film italiano. Sei ufficialmente invitato a votare:
http://iltorneodeglioscar.blogspot.com/2010/02/2005.html